sabato 20 gennaio 2018

INTERVISTE / 3 : FRANK ZAPPA : ZAPPING + 4 ORE HISTORY COLLECTED IMPROVVISATIONS BONUS AUDIO


Negli anni ottanta Zappa si distinse per la sua opposizione alla censura musicale. Divenne noto il suo diverbio con il P.M.R.C. (Parents Music Resource Center), l'associazione genitoriale di Tipper Gore che sottoponeva a severi controlli il contenuto di determinati prodotti discografici che, secondo i dettami dell'associazione, avrebbero potuto offendere il buon costume.
Il 19 settembre 1985 Zappa, assieme ad altri artisti come Dee Snider e John Denver, fu convocato per tenere un'audizione presso il Senato degli Stati Uniti. La seduta fu un grande evento mediatico: durò cinque ore, ci furono trentacinque canali televisivi collegati e cinquanta fotografi, oltre a giornalisti e spettatori.
Il discorso dell'artista fu molto pungente e polemico. In premessa, Zappa si appellò al primo emendamento della Costituzione americana che tutela la libertà di espressione. Tra i tanti punti esposti contro l'associazione di Tipper Gore, egli dichiarò che il P.M.R.C. «lede le libertà civili dei cittadini adulti» e che in questa maniera «avrebbe causato l'intasamento dei tribunali per gli anni a venire». Nell'intento di denunciare con sarcasmo il velleitarismo e l'enormità di quanto proponeva il P.M.R.C. in materia di controlli, con riguardo alla richiesta censoria l'artista paragonò l'associazione a chi «si propone di eliminare la forfora tramite la decapitazione».
Anche i dischi di Zappa non furono esenti da controlli, come accadde a Jazz from Hell. L'album, nonostante l'assenza di testi osceni (in quanto strumentale), ricevette la nota etichetta Parental Advisory a causa del brano G-Spot Tornado, in cui fu letto il riferimento al punto G della vagina, anche se alcuni ritengono che l'avviso venne inserito a causa di una ritorsione contro l'artista, che durante l'audizione al Senato aveva sbeffeggiato la Gore e le altre fondatrici del P.M.R.C.


INTERVISTE / 3 : FRANK ZAPPA : ZAPPING + 4 ORE HISTORY COLLECTED IMPROVVISATIONS BONUS AUDIO

Frank Zappa
1962~1977 The History and Collected Improvisations of Frank Zappa and The Mothers of Invention

ZX-3651 A & B (Dark Blue Label) 1973 06 29 Festival Hall Melbourne 
01 Exercise Four
02 Dog Breath
03 Dog Breath Variations
04 Uncle Meat
05 Montana
06 Fifty Fifty
07 intro to
08 Mudshark
09 Farther Oblivion

ZX 3652 A (Sky Blue Label) New Jersey 1973
10 Pygmy Twylyte
11 Dupree's Paradise story
12 Dog Breath

ZX 3652 B (Sky Blue Label) 1973 07 08 Hordern Pavilion Sydney 
13 The Yellow Snow medley
14 Penguin In Bondage 
15 Don't You Ever Wash That Thing

ZX 3653 A & B (Orange Label) 1974 10 11 Vienna Austria
16 Token Of My Extreme intro
17 The Hook (inc~My Little Augustine ~Dixie)
18 Dupree's Paradise (inc~Louie Louie)
19 I'm The Slime
20 Pygmy Twylyte

ZX3654 A (Pink Label) 1975 05 13 Kiel Auditorium St Louis MI
21 intro to 
22 Apostrophe~band intro
23 Stinkfoot
24 I'm Not Satisfied
25 Carolina Hard core Ecstasy

ZX3654 B (Pink Label) 1975 10 23 Music Hall Boston
26 You Can Swallow My Pride
27 Any Downer's (The Mother's Go Cosmic)
28 Camarillo Brillo
29 Muffin Man

ZX3655 A & B (Red Label) 1974 07 19 Circle Star Theatre San Carlos CA
30 intro to
31 Gloria (watch out Ruthie)
32 intro to
33 Inca Roads
34 intro to
35 Pygmy Twylyte
36 Idiot Bastard Son
37 Cheepnis
38 intro to
39 clear version of Cheepnis

ZX3656 A & B (Silver Label) 1975 04 11 Claremont College CA
40 A Token Of My Extreme~ band intro
41 Stinkfoot
42 Sleeping In A Jar
43 Poofter's Froth Wyoming Plans Ahead
44 Debra Cadabra
45 Florentine Pogen
46 intro to "Why Doesn't Somebody Get Him A Pepsi" otherwise
47 The Torture Never Stops

ZX3657 A (Pale Yellow Label) Historic Material 1962~1968
48 I Was A Teenage Maltshop
49 Status Back Baby
50 Grunion Run
51 Ned The Mumbler
52 Ned Has A BrainStorm
53 Toads Of A short Forest
54 Charma (inc~intro)
55 Plastic People (inc~Ray Collins intro)
56 Gotta Find My Roogalator
57 How's Your Bird
58 The World's Greatest Sinner
59 Memories Of El Monte

ZX3657 B (Pale Yellow Label) 1975 04 27 Music Hall Boston
60 Camarillo Brillo
61 Muffin Man
62 Let's Make The Water Turn Black
63 Willie The Pimp

ZX3658 A (Bright Yellow Label) 1967 09 30 Konserthuset Stockholm Sweden
64 intro to
65 You Didn't Try to Call Me
66 Petroushka
67 Bristol Stomp
68 Baby Love
69 Big Leg Emma
70 intro to
71 King Kong
72 It Can't Happen Here

ZX3658 B (Bright Yellow Label) 1974 12 31 Long Beach Arena CA
73 Pygmy Twylyte

ZX3659 A & B (Cream Label) 1977 10 31 Halloween Palladium NYC
74 intro
75 San Berdino
76 Tryin' To Grow A Chin
77 City Of Tiny Lights
78 Big Leg Emma
79 Audience Participation Time
80 Black Page #2
81 Jones Crusher and outro
82 Camarillo Brillo
83 Black Napkins

ZX3660 A & B (Green Label) 1976 01 24 Apollo Stadium Adelaide Australia
84 How Could I Be Such A Fool
85 Ain't Got No Heart
86 I'm Not Satisfied
87 Black Napkins
88 Honey Don't You Want A Man Like Me
89 Illinois Enema Bandit
90 Workin' In A Gas Station
91 Tryin' To Grow A Chin
92 The Torture Never Stops



LE INTERVISTE NELLA STORIA / 2 : ARTISTI  & MUSICA : ALAN VEGA / 1998 + BONUS CONCERT AUDIO BOSTON 1981
RENZO ARBORE STORY / 1980 : L'INTERVISTA A PLAYBOY

---------------------------------

venerdì 19 gennaio 2018

MARCO TRAVAGLIO / 2 : TIPI DA SPIAGGIA CRESCONO - AGOSTO 2009


Travaglio si definisce un liberale da sempre, o meglio, come lui stesso afferma, "liberal-montanelliano". Nella sua ormai celebre intervista rilasciata a Daniele Luttazzi nella trasmissione Satyricon (2001), ha dichiarato di essere un liberale (precisamente «un allievo di Montanelli») che ha trovato "asilo" nell'area di sinistra, ma che non si identifica in quest'area politica. E in interviste più recenti (2010), confermando tali dichiarazioni, ha ribadito piuttosto di avere idee molto più vicine a posizioni che, in altri paesi, normalmente considera rappresentate dalla destra.
In un'intervista rilasciata nel 2008 a Claudio Sabelli Fioretti, riportata nel libro Il rompiballe[45], Travaglio dichiara: «in Francia voterei a occhi chiusi per uno Chirac, un Villepin». «In Germania voterei Merkel sicuro. Mi piacevano molto Reagan e la Thatcher». Ma conclude: «la mia destra non esiste. È immaginaria. È la destra liberale. Cavour, Einaudi, De Gasperi, Montanelli. Tutti morti».Durante la trasmissione di Rai 2 Dodicesimo round ha dichiarato che nelle elezioni 2006 ha votato al Senato «senza turarsi il naso per la prima volta»: questo perché l'Italia dei Valori, afferma Travaglio, «mi ha fatto il regalo di candidare una persona che stimo e che mi onora della sua amicizia, Franca Rame».
Sul blog di Antonio Di Pietro, viene pubblicato il 29 marzo 2008 un articolo di Travaglio dove esprime pubblicamente il suo voto ancora a favore dell'Italia dei Valori per le elezioni politiche del 2008, aggiungendo però «in attesa di un nuovo Einaudi o un nuovo De Gasperi», confermando la sua ispirazione liberale.Sul blog Voglioscendere, il 5 giugno 2009, alla vigilia delle elezioni europee ed amministrative 2009, dichiara l'intenzione di sostenere con il voto, ancora una volta, l'Italia dei Valori, perché soddisfatto del suo modo di fare opposizione al governo Berlusconi.
Intervistato da Antonello Piroso il 22 marzo 2011, nella trasmissione Niente di personale su LA7, ha ammesso di aver votato Lega Nord – anche se solo in una delle due Camere – alle elezioni politiche del 1996. Il voto al partito leghista è stato giustificato da Travaglio come un adempimento a una promessa che aveva fatto a se stesso subito dopo aver lasciato il Giornale nel 1994: da quel momento avrebbe votato per chiunque avesse «buttato giù» Silvio Berlusconi.
Per le elezioni politiche del 2013, in un articolo pubblicato su MicroMega e anche durante le trasmissioni su La7 Servizio Pubblico di Michele Santoro e Otto e mezzo di Lilli Gruber, ha dichiarato il voto per Rivoluzione Civile di Antonio Ingroia alla Camera e per il Movimento 5 Stelle al Senato.


MARCO TRAVAGLIO / 2 : TIPI DA SPIAGGIA CRESCONO - AGOSTO 2009

IL CASO BEAUREGARD  Di Marco Travaglio

------------------------------------------

VENTI ANNI FA LA PROTESTA SUICIDA DI MICHELA & WILLIAM : "QUESTA VITA NON VALE LA PENA DI ESSERE VISSUTA.RESTATE AMICI FRA DI VOI"

ANALISI E INDAGINE DELL'UNIVERSO FRANCESCA WOODMAN : Including L'HOTEL DELLE DONNE,SUICIDE PADADE,ASTROLOGY & MYSTERO,ECC../  RICERCA Di DANILO JANS 
ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI FRANCESCA WOODMAN (3 Aprile 1958 - 19 Gennaio 1981) / LE IMMAGINI 
DIANE ARBUS : L'ARTISTA CHE L'AMERICA PRENDEVA A SPUTI 
IL PONTE DEI SOGNI INFRANTI Di John-Paul Flintoff 
EDIE SEDGWICK E LA FACTORY Di Jean Stein
VIOLENCE : IL PEGGIO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE
LE TERRORISTE ROSSE : PROCESSATE,ASSASSINE,VITTIME,COLPEVOLI,INNOCENTI,PENTITE,IRRIDUCIBILI,AMMAZZATE,IMPRIGIONATE,INGABBIATE,STRANIERE....FOTOGRAFATE
IL CHELSEA HOTEL A NEW YORK CITY
CHI HA UCCISO JANE BOWLES? Di Francesca Marciano 
NON VOGLIO,NON SO ANDARE A MORIRE! - IL TESTAMENTO DI LUIGI TENCO
BOLOGNA 1983 : IL CASO ALINOVI
INDAGINE SULLA SATANISTA JAYNE MANSFIELD L'ATTRICE CON IL QUOZIENTE INTELLETTIVO PIU' ALTO DI QUELLO DI EINSTEIN E IL PAPA NERO ANTON LaVEY + BONUS INTERVISTA DI ORIANA FALLACI DEL 1963
30 LUGLIO 1982 : LA MORTE GIOVANE DI ROBERTA PEDON
PLEASED TO MEET YOU....Featuring Charles Manson,Mick Jagger,Dennis Wilson,Sharon Tate,Roman Polanski,Susan Atkins,The Beatles and More,More.More....+ Bonus Gallery
MMAGINI DAL 1977 / Seconda Parte Da 70 GLI ANNI IN CUI IL FUTURO INCOMINCIO' 
IL CASO LUDWIG Di Valerio Evangelisti
RAGAZZI DI STADIO Di Daniele Segre
LA RIVOLTA UNGHERESE DEL 1956
1946  : GLI OCCHI DI RINA FORT
MONACO 1972 : IL GIORNO DEGLI SCIACALLI
The BLACK PANTHERS
SELMA ALABAMA 1965 : CHARLES MOORE E ALTRI FOTOGRAFI DOCUMENTANO LE PRIME MARCE DI PROTESTA NERA INCLUDING VIOLA LIUZZO TRIBUTE
IL CASO BEAUREGARD  Di Marco Travaglio
RAGAZZI DI MODENA Di Pier Vittorio Tondelli e Bruno Marchetti
VERDE MATEMATICO Di Andrea Pazienza  
http://helaberarda.blogspot.it/search?q=zanardi

------------------------------


mercoledì 17 gennaio 2018

PERSONAGGI / 6 : RAY MANZAREK E I DOORS


Ray Manzarek

Raymond Daniel "Ray" Manzarek Jr., o più precisamente Manczarek (Chicago, 12 febbraio 1939 – Rosenheim, 20 maggio 2013), è stato un pianista statunitense, noto per essere stato il tastierista della rock band The Doors.

Biografia
Di famiglia polacca, nacque da Raymond Sr. e Helena, crescendo nei sobborghi di Chicago, in Illinois, cominciando a prendere lezioni di pianoforte già in tenera età. Rimase a Chicago fino agli anni della laurea in economia, conseguita alla De Paul University. Nel 1962, per specializzarsi in Cinematografia, si trasferì, con i suoi due fratelli, all'Università di Los Angeles, California, dove conobbe Jim Morrison. All'epoca Ray suonava già con i suoi fratelli, Rick e Jim, in una piccola band chiamata Rick & the Ravens, ma ben presto i suoi due fratelli abbandonano l'esperienza musicale, mentre Ray e Morrison fondano ufficialmente i Doors, nel settembre 1965. Alla batteria un giovane John Densmore, alla chitarra Robby Krieger, dei ragazzi entrambi conosciuti a un corso di meditazione trascendentale.
In realtà, sia nelle esecuzioni dal vivo sia nel primo album, grazie alla sua buona tecnica, Manzarek fu anche pianista-"bassista", utilizzando un Rhodes Piano Bass, al posto del tradizionale bassista dei gruppi rock, di cui i Doors furono privi per gran parte della loro carriera. Lo strumento veniva appoggiato sul top piatto dell'organo (un Vox Continental e successivamente un Gibson G101). Questo gli permetteva di gestire la linea di basso con la mano sinistra e l'organo con la destra. In questo modo l'organo fu sempre suonato su ottave alte, dando alla melodia quel suono deciso e tagliente che gli rese tanta fortuna.
Ray fu inoltre autore di molte delle melodie alla tastiera della famosa band: oltre alla celeberrima Light My Fire, coautore con Krieger, va ricordata Riders on the Storm, The Crystal Ship, When the Music's Over, L.A. Woman e Strange Days. Nell'ultimo periodo dei Doors, Ray cambiò la tastiera, utilizzando un organo Gibson/Kalamazoo G-101 (progettazione Lowrey) in luogo del Vox Continental italiano, soggetto a rotture di tasti. Il G-101 è stato ampiamente sfruttato ed è ascoltabile in varie sfaccettature negli album dei Doors Waiting For The Sun e The Soft Parade , affiancato poi in seguito (ma solo in studio di registrazione) da altri strumenti. Cantò, inoltre, nei brani Close to you in versione live e You Need Meat, negli album Other Voices e Full Circle pubblicati dopo la morte di Jim Morrison a Parigi nel luglio 1971.

Dopo i Doors
Dopo lo scioglimento della band nel 1972, Ray continuò un'attivissima carriera musicale, cominciando già due anni dopo con un album solista, The Golden Scarab, e lavorando, insieme a Iggy Pop, ad un riadattamento dei Carmina Burana di Carl Orff. Il suo maggior risultato artistico dopo i Doors lo ottenne come tastierista e produttore discografico del gruppo punk rock statunitense X nel 1980, e come produttore discografico della band inglese Echo & the Bunnymen nel periodo 1982-1987.
Partecipò quindi a numerosi gruppi musicali statunitensi come, ad esempio, i Nite City. Nel 1998 scrisse e pubblicò il libro di memorie Light My Fire: La mia vita con i Doors.
Nel 2001, insieme all'ex chitarrista dei Doors Robby Krieger, formò il gruppo Manzarek-Krieger, altrimenti detto The Doors of the 21st Century. La formazione aveva come cantante Ian Astbury, Angelo Barbera al basso e Stewart Copeland dei Police alla batteria, che in seguito fu rimpiazzato da Ty Dennis. Il gruppo partecipò a una serie di concerti, e nel 2003 realizzò il DVD The Doors of the 21st Century: L.A. Woman Live. Nel 2005, in seguito ad una causa portata avanti da Densmore nei confronti dei due ex compagni, che nel frattempo continuavano a farsi chiamare The Doors, ottenne che il gruppo non potesse più usare il vecchio nome, che fu ribattezzato da Ray in Riders On The Storm. Tuttavia, il 16 febbraio 2007, Ian Astbury lasciò il gruppo per ritornare con i Cult, e la reunion si sciolse.
Nel 2011, Manzarek-Krieger collaborarono col giovane deejay di musica elettronica dubstep Skrillex nel brano Break'n A Sweat. Nello stesso anno, Manzarek fece la sua penultima apparizione in Italia al Pistoia Blues Festival, dove suonò insieme a Krieger in occasione dei 40 anni dalla morte di Jim Morrison. L'ultima volta in Italia fu nel luglio 2012, a Roma, assieme a Robby Krieger, per suonare a Rock in Roma.

Vita privata
Manzarek sposò Dorothy Fujikawa a Los Angeles il 21 dicembre 1967, con Jim Morrison e Pamela Courson come testimoni di nozze, e trascorse con lei il resto della vita. La coppia ebbe un figlio, Pablo, e tre nipotini, Noah, Apollo e Camille.

Morte
Il 20 maggio 2013 Manzarek morì dopo una lunga battaglia contro un cancro al dotto biliare, all'ospedale di Rosenheim in Germania, a 74 anni. Ricordando l'amico scomparso, Robby Krieger disse: «Sono profondamente addolorato dell'aver appreso oggi della morte del mio amico e compagno di band Ray Manzarek. Sono solo contento di aver potuto ancora suonare con lui le canzoni dei Doors nel corso dell'ultimo decennio. Ray era una grossa parte della mia vita e mi mancherà per sempre». Intervistato, John Densmore dichiarò: «Non esisteva altro tastierista sulla faccia della Terra più appropriato per supportare le parole di Jim Morrison. Ray, mi sento totalmente in sintonia con te musicalmente. Era come se fossimo una mente sola, quando gettavamo le basi per Robby e Jim in modo da farli sbizzarrire. Ho perso il mio fratello musicale».
Greg Harris, direttore della Rock and Roll Hall of Fame, disse: «Con Ray Manzarek il mondo del rock 'n' roll ha perso uno dei grandi».


PERSONAGGI / 6 : RAY MANZAREK E I DOORS

PERSONAGGI / 5 : PAULO ROBERTO FALCAO L'ORFANO DEL MUNDIAL
http://helaberarda.blogspot.it/2017/12/personaggi-5.html
PERSONAGGI / 4 : JIM HURTAK E GLI ALTRI MONDI
PERSONAGGI / 3 : MEGHAN MARKLE LA PRINCIPESSA MODERNA
http://mondopopolare2.blogspot.it/2017/12/personaggi-3-meghan-markle-la.html
PERSONAGGI / 2 : GILLES DE LAVAL SIGNORE DI RAIS
PERSONAGGI / 1 DANIELA ROCCA - SOGNO INFRANTO : SUCCESSO AMORE DRAMMA

-----------------------
LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH