mercoledì 31 maggio 2017

FLOWERS From AMSTERDAM & ...

FLOWERS From AMSTERDAM & ...

-------------------------------------------------------------

I PECCATI DI DOMENICA
ED VAN DER ELSKEN L'ALTERNATIVO OCCHIO OLANDESE
NEIL YOUNG : UN AMERICANO A PARIGI Di Maria Laura Giulietti + BONUS CONCERTO AUDIO AD AMSTERDAM IL 26 MARZO 1976
ERWIN OLAF : AMSTERDAM DECADENCE
SHIRLEY JANE MERCIER E' MISS OLANDA ROCK
POSTERSTORY 1980 : EARTH WIND & FIRE + BONUS LIVE AUDIO CONCERT ROTTERDAM HOLLAND 14 MARCH 1979
VENUS SEX FESTIVAL BERLIN / 2
FROM STOCKHOLM SWEDEN  : EMMA WIKLUND SJOBERG
The SVEZIA AFFAIR
LENA OLIN IN TRIPLO GIOCO / Romeo is Bleeding 1993
DALLA SVEZIA : BABETTE BARDOT
ANNI 60/70 : DA PRAGA LA RIVOLUZIONE BIONDA DI ALENA PENZ 
ANNI 60/70  : DALLA GERMANIA USCHI OBERMAIER LA RIVOLUZIONARIA MODELLA HIPPIE
LA SEDIA - INTERPRETAZIONE DI BABY MARILYN FOTOGRAFIE DI DANILO JANS - 2006
LENI RIEFENSTAHL : DA HITLER ALL'AFRICA IN 100 ANNI
1975 : ASH RA TEMPEL / FREAK 'N' ROLL
GENTE Di BERLINO : AFTER HITLER & LOU REED
INTERVISTA A CRISTIANA F L'EX RAGAZZA DELLO ZOO DI BERLINO : IL MIO NOME E' VERA FELSCHERINOW 
AMON DUUL : LE DINASTIE DI GHIACCIO Di Maurizio Baiata
MONACO 1972 : IL GIORNO DEGLI SCIACALLI
DALLA GERMANIA : MIRR
MEGAPOST CAN : INTERVENTI DI INSOLERA,PERINI,MORICONI,BAIATA,GILL,DELLAR e GREGORI + BONUS AUDIO CONCERT FUNKHAUS COLOGNE 24 JUNE 1972

lunedì 29 maggio 2017

1982 / CHARLES BUKOWSKI : UNA VOCE DALL'INFERNO


« La verità profonda, per fare qualunque cosa, per scrivere, per dipingere, sta nella semplicità. La vita è profonda nella sua semplicità. »
(C. Bukowski, Hollywood, Hollywood!)
Henry Charles "Hank" Bukowski Jr., nato Heinrich Karl Bukowski (noto anche con lo pseudonimo Henry Chinaski, suo alter ego letterario)[1], (IPA: [buːˈkɒfski]) (Andernach, 16 agosto 1920 – San Pedro, 9 marzo 1994) è stato un poeta e scrittore statunitense di origine tedesca.
Ha scritto sei romanzi, centinaia di racconti e migliaia di poesie, per un totale di oltre sessanta libri. Il contenuto di questi tratta della sua vita, caratterizzata da un rapporto morboso con l'alcol, da frequenti esperienze sessuali (descritte in maniera realistica e senza troppi eufemismi) e da rapporti tempestosi con le persone. La corrente letteraria a cui spesso viene associato è quella del realismo sporco[

L'opera
« Tutti dobbiamo morire, tutti quanti, che circo! Non fosse che per questo dovremmo amarci tutti quanti e invece no, siamo schiacciati dalle banalità, siamo divorati dal nulla. »
(C. Bukowski, Il capitano è fuori a pranzo)
« Le due più grandi invenzioni dell'uomo sono il letto e la bomba atomica: il primo ti tiene lontano dalle noie, la seconda le elimina. »
(da Storie di ordinaria follia)
Bukowski pubblicò numerosissimi scritti in piccole riviste letterarie e con piccoli editori, dai primi anni quaranta fino ai primi anni novanta. In seguito la Black Sparrow Press (ora HarperCollins/ECCO) ripubblicò tutto in volume.
Bukowski riconosce l'influenza sulla sua scrittura di John Fante, James Thurber, Louis-Ferdinand Céline, Anton Čechov, Franz Kafka, Knut Hamsun, Ernest Hemingway, Henry Miller, Robinson Jeffers, Fëdor Dostoevskij, David Herbert Lawrence, J.D. Salinger, Antonin Artaud ed Edward Estlin Cummings.
Il suo nome è stato spesso associato al movimento della Beat Generation a causa del suo stile informale e dell'atteggiamento anticonformista verso la letteratura, ma lui non si è mai identificato come un "Beat".
Spesso parlò di Los Angeles come del suo soggetto preferito. In un'intervista del 1974 disse:
« Vivi in una città tutta la vita, e arrivi a conoscere ogni puttana all'angolo e metà di loro le hai già scopate. Hai il menabò, la struttura, dell'intera zona. Hai una foto di dove sei... Essendo cresciuto a Los Angeles, ho sempre avuto il sentimento geografico e spirituale di essere qui. Ho avuto il tempo di conoscere questa città. Non vedo altro posto che L.A. »
Un critico ha descritto i suoi libri come “una pittura dettagliata di certe fantasie maschili tabù: lo scapolo disinibito, solitario, antisociale, e totalmente libero”, un'immagine a cui tentò di conformarsi con occasionali letture pubbliche di poesia in cui si comportava da pazzo, e con un modo di fare scandaloso alle feste.
A partire dalla sua morte nel 1994, sono stati pubblicati molti articoli e libri sia sulla sua vita che sui suoi scritti. Il suo lavoro però ha ricevuto relativamente poca attenzione dai critici accademici. HarperCollins/ECCO ha continuato a pubblicare nuove raccolte delle sue poesie, prelevandole dalle migliaia di lavori pubblicati sulle piccole riviste letterarie. L'uscita del 2007, The People Look Like Flowers At Last, conclude questo progetto: tutto ciò che ha scritto Bukowski (e che non ha distrutto lui stesso, come ha raccontato a Fernanda Pivano), è disponibile ora al grande pubblico. Bukowski stesso decise di pubblicare postume alcune di queste opere, un po' per giocare con la morte, com'era nel suo stile.

Morte
Nel 1988 si ammala di tubercolosi, ma continua a scrivere e pubblicare libri fino a quando, il 9 marzo 1994, all'età di 73 anni, muore stroncato da una leucemia fulminante, a San Pedro, poco dopo aver completato il suo ultimo romanzo, Pulp. I funerali furono officiati da monaci buddisti, alla cui disciplina spirituale si era avvicinato negli ultimi anni. Un resoconto della cerimonia può essere trovato nel libro di Gerald Locklin, Charles Bukowski: A Sure Bet.
La sua lapide recita: "Henry Charles Bukowski - Hank - Don't Try - 1920-1994", e sotto appare l'incisione raffigurante un pugile. La scritta "Don't Try" (Non provare) è una frase che usa in una delle sue poesie, consigliando gli aspiranti scrittori e poeti riguardo l'ispirazione e la creatività. Bukowski spiega la frase in una lettera del 1963:
« Qualcuno in uno di questi posti... mi chiese: "Cosa fai? Come scrivi, come crei?" Non lo fai, gli dissi. Non provi. È molto importante: non provare, né per le Cadillac, né per la creazione o per l'immortalità. Aspetti, e se non succede niente, aspetti ancora un po'. È come un insetto in cima al muro. Aspetti che venga verso di te. Quando si avvicina abbastanza, lo raggiungi, lo schiacci e lo uccidi. O se ti piace il suo aspetto ne fai un animale domestico. »

Film tratti dalle sue opere o su di lui
Storie di ordinaria follia (1981) di Marco Ferreri. Il film è tratto dall'omonima raccolta di racconti. Ben Gazzara interpreta Charles Serking, un personaggio vagamente ispirato alla sua opera.
The Charles Bukowski Tapes (1987), di Barbet Schroeder. 240 minuti di interviste a Buk rilasciate tra il 1982 e il 1984.
Barfly - Moscone da bar (1987), di Barbet Schroeder. Questo film si può considerare almeno in parte un'opera di Bukowski, visto che lui ne scrisse la sceneggiatura (che si può leggere con il titolo di L'ubriacone). Mickey Rourke interpreta Henry Chinaski, il nome che Bukowski usa per sé stesso in tutti i suoi libri, mentre Faye Dunaway è la sua amante. Sean Penn si offrì di recitare la parte di Chinaski per 1 $, ma Bukowski vide Rourke pronto per la parte e pensò che era perfetto. Il suo romanzo Hollywood! Hollywood! racconta tutti i problemi della realizzazione di questo film. L'autore appare in un cameo, come cliente del pub.
Crazy Love - Compagni di sbronza (1987), diretto da Dominique Deruddere. Basato sulla storia di Bukowski Copulating Mermaid of Venice, California, e in parte su Panino al prosciutto. Il film racconta la storia della vita di un uomo attraverso tre nottate, vissute nell'arco di vent'anni. Crazy Love è stato indicato da Bukowski come il suo adattamento preferito.
Lune Froide (1988, titolo inglese: Cold Moon) diretto da Patrick Bouchitey. Il film è una versione modificata di Copulating Mermaid of Venice, California. È stata distribuita anche un'altra versione più lunga, nel 1991, con lo stesso titolo, ma questa volta includendo anche alcune parti da Storie di ordinaria follia.
The Man with the Beautiful Eyes (1999), cortometraggio d'animazione basato sull'omonima poesia. Ha vinto diversi premi tra cui il BAFTA come miglior cortometraggio d'animazione.
Bukowski: Born Into This (2004), documentario biografico che ha ottenuto ottime critiche. Sean Penn, Tom Waits e Bono Vox, amici di Bukowski, appaiono nel film.
Factotum (2004), diretto da Bent Hamer. Adattamento del romanzo Factotum, il film fu premiato al Kosmorama film festival di Trondheim, Norvegia. Matt Dillon interpreta Henry Chinaski.
The Suicide (2006), cortometraggio diretto da Jeff Markey.
Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]
Sean Penn gli ha dedicato un film (3 giorni per la verità, del 1995). Alla fine del film si può leggere la dedica: A Henry Charles Bukowski Jr., mio amico. Mi manchi.
Il personaggio di Hank Moody, scrittore alcolista e affetto da sessualità compulsiva della serie Californication, è un omaggio, nel nome e in alcune sue caratteristiche, a Charles Bukowski. Bukowski è inoltre citato in alcuni episodi della serie.
A Chinaski-Bukowski è ispirato in parte anche Harry Block, protagonista di Harry a pezzi di Woody Allen.
Il personaggio di Seymour Chinawsky, regista alcolizzato del film My Name Is Tanino di Paolo Virzì, è ispirato a Bukowski e al suo alter ego letterario.
Chinaski, chitarrista dei Linea 77, ha scelto il suo nome d'arte quale omaggio a uno dei personaggi di Bukowski.

1982 / CHARLES BUKOWSKI : UNA VOCE DALL'INFERNO

CHI HA UCCISO JANE BOWLES? 
JOHN COHEN : MENESTRELLO & FOTOGRAFO
THE BEAT GOES ON : INTERVISTA A WILLIAM BURROUGHS
SCIENTOLOGIA NUDA Di William Burroughs
DIANE ARBUS : L'ARTISTA CHE L'AMERICA PRENDEVA A SPUTI Di David Vecchiato 
POLITICA ESTATICA  Di Thimothy Leary
FU ALLORA CHE JACK KEROUAC VENNE A MILANO Di Fernanda Pivano
HENRY MILLER : A TWINKA Di Mauro Marchesini
ROMA 1967 : LE STELLE DI MARIO SCHIFANO Di Alberto Piccinini
ALDO BUSI VS DARIO BELLEZZA Featuring MARTA MARZOTTO e ANTONIO RECALCATI : I QUATTRO SALOTTIERI Di Aldo Busi
PLASTER CASTER UNA VITA PER IL CALCO Di Manlio Benigni
ROBERT MAPPLETHORPE : LA MORTE ADDOSSO Di Dominick Dunne
BILLY NAME Di Bob Shell
NICO LA CICATRICE INTERIORE Di Riccardo Bertoncelli

NICA Ovvero : PANNONICA ROTHSCHILD DE KOENIGSWARTER
IL CHELSEA HOTEL A NEW YORK CITY
IL PONTE DEI SOGNI INFRANTI Di John-Paul Flintoff (The Golden Bridges Suicides)
1967 : IL MAGIC BUS,KEN KESEY,SAN FRANCISCO,IL FLOWER POWER,,GLI ACID TEST,LA MUSICA,ECC....+ BONUS LIVE AUDIO CONCERT SAN FRANCISCO ACID TEST FESTIVAL JAM UNIVERSITY 2 OCTOBER 1966
IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI POETI A CASTEL PORZIANO NEL 1979 : P COME POESIA 
ANALISI E INDAGINE DELL'UNIVERSO FRANCESCA WOODMAN :Including L'HOTEL DELLE DONNE,SUICIDE PARADE,ASTROLOGY & MYSTERO,ECC...- RICERCA Di DANILO JANS

---------------------------------------------------------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH

domenica 28 maggio 2017

The ROLLING STONES MEGAPOST + BONUS LIVE AUDIO BBC & PARIS 1965


Formazione
Mick Jagger – voce, chitarra ritmica, armonica (1962-presente)
Keith Richards – chitarra elettrica ed acustica, voce (1962-presente)
Charlie Watts – batteria, percussioni (1963-presente)
Ronnie Wood – chitarra elettrica ed acustica, lap steel guitar, pedal steel guitar, cori (1975-presente)

Collaboratori attuali
Chuck Leavell – tastiere, cori (1982-presente)
Bernard Fowler – cori, percussioni (1989-presente)
Darryl Jones – basso, cori (1993-presente)
Tim Ries – sassofono, tastiere (1999-presente)
Matt Clifford – tastiere, corno francese (1989-1990, 2012-presente)
Karl Denson – sassofono (2014-presente)
Sasha Allen – cori (2016-presente)

Ex-componenti
Brian Jones – chitarre elettrica ed acustica, armonica, percussioni, cori (1962-1969; morto nel 1969)
Ian Stewart – pianoforte, percussioni (1962-1963, collaboratore: 1969, 1975–1976, 1978, 1981–1982; morto nel 1985)
Dick Taylor – basso (1962)
Ricky Fenson – basso (1962-1963)
Colin Golding – basso (1962-1963)
Mick Avory – batteria (1962)
Tony Chapman – batteria (1962-1963)
Carlo Little – batteria (1962-1963)
Bill Wyman – basso, cori (1962-1993, ospite nel 2012)
Mick Taylor – chitarre elettrica ed acustica, cori, basso (1969-1974, ospite nel 1981 e nel 2012-2014)

Ex-collaboratori
Bobby Keys – sassofono (1969-1973, 1981-2014; morto nel 2014)
Nicky Hopkins – pianoforte (1971-1973; morto nel 1994)
Billy Preston – pianoforte, organo, clavinet, cori (1973-1977; morto nel 2006)
Ian McLagan – tastiere (1978-1981; morto nel 2014)
Ernie Watts – sassofono (1981)
Lisa Fischer – cori (1989-2015)
Blondie Chaplin – cori, percussioni, chitarra ritmica (1997-2007)

The ROLLING STONES MEGAPOST + BONUS LIVE AUDIO BBC & PARIS 1965

The Rolling Stones 
BBC July 25, 1964 & 
Paris l'Olympia April 18,1965 

1. It's All Over Now 
2. If You Need Me 
3. Confession The Blues 
4. Carol 
5. Mona 
6. Around And Around 
7. Off The Hook 
8. Time Is On My Side 
9. Carol 
10. It's All Over Now 
11. Little Red Rooster 
12. Route 66 
13. Everybody Needs Somebody To Love 
14. The Last Time 
15. It's Alright 
16. Hey Crawdaddy 

(1-5) London, England - July 25, 1964 
(6-16) L'Olympia, Paris, France - April 18, 1965 



-----------------------------------------------

ROBERT FRANK : L'ARTISTA CON I ROLLING STONES NEL DNA
VITA E MORTE DI BRIAN JONES IL PRIMO LEADER DEI ROLLING STONES : CHI HA UCCISO BRIAN JONES Di Carol Clerk THE BITTERSWEET SYMPHONY Di Rob Chapman e Gerard Mankowitz
PLEASED TO MEET YOU....Featuring Charles Manson,Mick Jagger,Dennis Wilson,Sharon Tate,Roman Polanski,Susan Atkins,The Beatles and More,More.More....+ Bonus Gallery
IAN STEWART : STU IL SESTO STONE Di Benedetta Rossi
The ROLLING STONES & FRIENDS - ROCK & ROLL CIRCUS Di Mike Randolph
ROLLING STONES/EXILE ON MAIN STREET : THE ARISTOCATS Di Sylvie Simmons,Paul Du Noyer,Lois Wilson,Dominique Tarlé,Jim Marshall
MICHAEL COOPER PHOTOGRAPHER  : SWINGING TRIBUTE
QUELLA NOTTE IN CUI MICK JAGGER LASCIO' A PIEDI BOBBY WOMACK

-------------------------------------------------------------------

LIVE IN ITALY
CROSBY STILLS NASH & YOUNG ITALY
EARLY SANTANA ITALY
MONDO POPOLARE 2
HELABERARDA
MONDO POPOLARE
foto DANILO JANS
DANILO JANS ART
MUSIC ITALY 70
PONT SAINT MARTIN ALTERNATIVA
THE LOST CONCERTS
ROCK RARE COLLECTION FETISH